Il pubblico pesa troppo

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Massimo Blasoni – Metro

Nel 1861 l’Italia, su circa 25 milioni di abitanti, aveva appena 3 mila o poco più impiegati pubblici censiti nella pianta organica dei Ministeri, specificamente collocati negli apparati centrali. Sarebbero diventati 11 mila nel 1876. Circa 90 mila alla fine del secolo. La spesa statale, come percentuale del Pil, si attestava intorno al 10%. Oggi i dipendenti pubblici dichiarati dalla Ragioneria dello Stato sono tre milioni e 300 mila. A questi però si aggiungono, secondo l’Istat, 38 mila tra professori universitari a contratto e ricercatori, a cui sommare i dipendenti delle partecipate degli enti locali. Vi sono poi i dipendenti delle partecipate e controllate dal Tesoro. Dai dati della Corte dei Conti, ad esempio, la Rai ha oltre 12 mila dipendenti, le Ferrovie 69 mila e le Poste 144 mila.

Continua a leggere sul sito di Metro