Pensioni, Polverini (Fi): “Il governo non dà certezze”

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Renata Polverini*

“L’incertezza sulle pensioni molto spesso è provocata dalle dichiarazioni estemporanee del presidente dell’Inps Boeri, che farebbe bene invece ad occuparsi del funzionamento del suo istituto. Veniamo da tre anni di grande difficoltà: non ci dimentichiamo degli esodati, dei quota 96 e della grande questione che riguarda le donne che avevano nella loro disponibilità una normativa che arrivava dal Governo Berlusconi, ma che a causa di questo esecutivo non hanno potuto accedere alla pensione”.

“In commissione lavoro alla Camera, opposizione e maggioranza, lavorano unite per tentare di dare una certezza rispetto all’uscita dal lavoro e l’accesso alla pensione. Sono state anche incardinate diverse proposte di legge tra cui quella di Damiano e su questo abbiamo qualche timida apertura da parte del governo. Sulle pensioni integrative già la riforma Maroni sottolineava che non era possibile vivere con la sola pensione pubblica ed infatti erano state messe in campo misure fiscali per incentivare le giovani generazioni. Ma il governo attuale ha fatto marcia indietro”

* Deputato di Forza Italia, Vicepresidente della Commissione Lavoro