francesco manacorda

Troppe “bad bank” in casa

Troppe “bad bank” in casa

Francesco Manacorda – La Stampa
La «bad bank» con i soldi pubblici? In attesa che si concretizzi, una buona fetta del sistema bancario pare impegnata – suo malgrado – a farsela in casa, accumulando perdite record su crediti concessi nel passato e che adesso non si riescono più a esigere dai clienti.

Leggi tutto

Blitz contro un mondo pietrificato

Blitz contro un mondo pietrificato

Francesco Manacorda – La Stampa
Difficile condividere la sicurezza di Matteo Renzi sul fatto che il decreto varato ieri dal governo per trasformare le dieci maggiori banche popolari in società per azioni cambi segno a una situazione in cui «abbiamo troppi banchieri e troppo poco credito».

Leggi tutto

Se la giustizia frena l’economia

Se la giustizia frena l’economia

Francesco Manacorda – La Stampa
Peso della corruzione a parte, chissà se il 2015 sarà finalmente l’anno buono per schiodare l’Italia da quella umiliante posizione – 147 a su 198 Paesi – che l’indagine «Doing Business» della Banca Mondiale ci assegna quando si parla di esecuzione forzosa di un contratto per via giudiziaria.

Leggi tutto

Ora sotto esame le banche

Ora sotto esame le banche

Francesco Manacorda – La Stampa
Domenica a mezzogiorno, mentre le famiglie italiane saranno occupate a preparare il pranzo a casa, o magari in gita o dirette allo stadio, ci saranno molte persone – analisti di Borsa e uomini delle banche – che sedute alle loro scrivanie aspetteranno con ansia una serie di numeri.

Leggi tutto

Non solo soldi, serve anche la fiducia

Non solo soldi, serve anche la fiducia

Francesco Manacorda – La Stampa
Potrebbero servire davvero altri 100 euro in busta paga promessi ieri dal prernier agli italiani – per la precisione solo ad alcuni italiani – a spingere i consumi e l’economia?

Leggi tutto

Il colpo (quasi) a vuoto della Bce

Il colpo (quasi) a vuoto della Bce

Francesco Manacorda – La Stampa
Il bazooka anticrisi di Mario Draghi ha sparato, ma il primo colpo è meno forte di quel che ci si aspettasse: le banche dell’Eurozona hanno chiesto alla Bce 83 miliardi di crediti a tasso agevolato contro una previsione di circa il doppio.

Leggi tutto