In evidenza

  • Crisi. Pil pro capite: l’Italia non riparte. Dal 2007 cala dell’11,1%, pari a 3.200 euro a cittadino

    Crisi. Pil pro capite: l’Italia non riparte. Dal 2007 cala dell’11,1%, pari a 3.200 euro a cittadino

    Dal 2007 ad oggi l’Italia ha perso l’11,1% del suo Pil pro-capite, passando dai € 28.700 del periodo pre-crisi agli attuali € 25.500. Peggio di noi fanno solo Cipro e Grecia, mentre tutte le altre grandi economie o perdono meno di noi (Spagna -5,7%) o addirittura sono già ritornate ai livelli prima della crisi.

  • Dipendenti pubblici: non sono troppi, ma male distribuiti

    Dipendenti pubblici: non sono troppi, ma male distribuiti

    Il numero di dipendenti pubblici in Italia è inferiore a quello delle altri grandi economie europee, ma la sua distribuzione sul territorio nazionale non è affatto omogenea, né in rapporto al numero dei residenti (in cima alla classifica ci sono le Regioni a statuto speciale), né rispetto agli occupati (in questo caso prevalgono le Regioni del Mezzogiorno).

  • “La politica italiana per l’innovazione”: il libro di Salvatore Zecchini edito da ImpresaLavoro

    “La politica italiana per l’innovazione”: il libro di Salvatore Zecchini edito da ImpresaLavoro

    Malgrado gli interventi del governo dal 2010 ad oggi, l’Italia non riesce a ridurre il divario che la separa dalle economie più innovative dell’Ue. Salvatore Zecchini prende in esame l’insieme degli interventi messi in atto, confrontandoli le politiche e strategie dei Paesi di maggior successo nella ricerca e nell’innovazione. Il libro è disponibile su Amazon in versione cartacea e digitale.